Riduzione delle diossine? azzeramento piuttosto

Riduzione delle diossine? azzeramento piuttosto

3 agosto 2018 Non attivi Di Staff

“Le diossine sono tra le sostanze cancerogene del gruppo 1, quelle con provata attività tumorale. Alle diossine è riconosciuto un ruolo cancerogeno per i tumori nel loro complesso, per i tumori del tessuto linfoematopietico (linfoma non-Hodgkin) e per i tumori del tessuto connettivo, come i sarcomi dei tessuti molli. Oltre a questo, le diossine hanno un effetto negativo su sistema immunitario, fegato e cute, e un’azione mutagena ed embriotossica. Le manifestazioni acute da diossine comprendono la cloracne, l’endometriosi, l’infertilità maschile, la disregolazione del sistema immunitario, le alterazioni nervose e comportamentali e le interferenze endocrine.
«Qualsiasi siano le quantità di diossine riscontrate dai campionamenti, non ha senso parlare di “limiti alti, bassi o medi”. La diossina comunque non dovrebbe esserci trattandosi di sostanza gravemente dannosa per la salute umana, animale e vegetale». Questa quantità DOVREBBE ESSERE ZERO. «Più ci si discosta da questo valore, più aumentano le probabilità che un certo numero di individui possano morire. Con l’aumentare della quantità non aumenta la tossicità, ma il numero di morti».”
(Da Linkiesta.it)

Mittal, con il piano ambientale rivisitato, ha promesso una riduzione delle diossine del 50%. E questo è stato accolto con entusiasmo dal sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci.
Ambientalizzare vuol dire solo ridurre il rischio. Chi continua su questa tesi per il tentativo di coniugare salute e lavoro, sappia che farà proseguire un reato di inquinamento ambientale, semplicemente ridotto della metà.
Non esiste compromesso sulla nostra salute!
Per i motivi suddetti, NON ESISTE ALCUNA AMBIENTALIZZAZIONE ACCETTABILE!

Articoli correlati

Per seguire e condividere