Menu Chiudi

Piano Taranto è un documento contenente le linee guida per la riconversione economica e sociale del territorio in ottica di chiusura e alternativa radicale alle industrie invasive che attualmente vi insistono e che sono portatrici di inquinamento e morte, oltre che di depressione economica ed etica.

Un lavoro che è la naturale prosecuzione di quelli prodotti in precedenza dalla città e che è partito a novembre del 2017 nell’ambito di assemblee pubbliche alle quali hanno preso parte diverse realtà associative e di movimento, nonché un sindacato di base e singole persone. Si è partiti dall’analisi degli enormi costi, diretti ed indiretti, causati dal salvataggio dell’Ilva e dalla presenza delle grandi industrie inquinanti, fino all’analisi di quelli che invece occorrerebbero per risanare il territorio, puntando su bonifiche ed economie sostenibili, con un ritorno in termini occupazionali di straordinaria portata. Inoltre la necessità di dare impulso alle economie locali ed al porto quali fattori di rinascita. Sulla base di ciò si sono individuate chiaramente le responsabilità che ogni livello istituzionale ha nel cogliere tali opportunità.

E’ un progetto in continuo divenire che è stato presentato alla città ad aprile del 2018 e posto al centro del dibattito politico la mattina del grande evento del I maggio di Taranto, al quale hanno preso parte istituzioni a tutti i livelli e cittadini. Il progetto è aperto al contributo di chiunque volesse portare il proprio contributo costruttivo per il bene della città.

“Piano Taranto” è un documento aperto e partecipativo in continuo divenire, redatto a cura delle seguenti sigle:

Associazione Comitato Cittadini e Lavoratori Liberi e Pensanti

Associazione Giustizia per Taranto

Associazione Taranto Respira

FLMUniti CUB sindacato di base

Gruppo Tamburi Combattenti

Movimento TuttaMiaLaCittà

singole e singoli cittadine e cittadini

Piano Taranto by on Scribd

______________________________________________________________________________

Pillole di Piano Taranto

______________________________________________________________________________