Consiglio di Stato, una sentenza politica

Abbiamo esaminato le 62 pagine della sentenza del Consiglio di Stato che ha annullato gli effetti di quella del TAR di Lecce con la quale si prevedeva lo spegnimento degli impianti dell’area a caldo dell’ex-Ilva. Vi abbiamo trovato passaggi quanto meno opinabili, pur rendendoci conto che la legislazione straordinaria avutasi con le leggi salva-Ilva ha reso una giungla impervia il percorso per avere giustizia rispetto alla fabbrica.
A seguire i cinque passaggi salienti in pillole

Leggi tutto

Occupata simbolicamente la Prefettura, presidio contro la sentenza del Consiglio di Stato

Questo pomeriggio, sotto alla Prefettura, si è riunito spontaneamente un folto gruppo di cittadini e associazioni per manifestare il proprio dissenso rispetto alla sentenza del Consiglio di Stato che ha ribaltato quella del TAR Lecce per lo spegnimento dell’area a caldo dell’ex-Ilva.

Leggi tutto

Taranto dice basta!

ll Consiglio di Stato ha negato lo spegnimento dell’area a caldo, andando in contrasto con la sentenza del Tar di Lecce dello scorso febbraio che ne imponeva la chiusura. Ancora una volta viene quindi negata giustizia a Taranto, nonostante la sentenza del Tribunale amministrativo di Lecce avesse emesso una sentenza con opportuni richiami a precedenti espressioni dello stesso Consiglio di Stato. Un giudizio che, alla luce delle nuove evidenze scientifiche e sanitarie che sottolineano ancora eccessi di mortalità e di mortalità e di malattie correlate agli inquinanti immessi dall’impianto siderurgico sul nostro territorio, non esitiamo a giudicare, come sempre, sbilanciato verso la produzione e il profitto piuttosto che la vita.

Leggi tutto

Sit-in a Roma e sotto alla Prefettura: messaggio forte da parte della città

Sul pullman del rientro verso casa, ci soffermiamo a ragionare sull’intensa giornata di oggi. È stato prezioso essere presenti a Roma nel giorno della conclusione dell’udienza del Consiglio di Stato sul ricorso Mittal. Una grande forza comunicativa, esercitata in sinergia con altre realtà organizzate, per ribadire con decisione che la comunità tarantina pretende che il Consiglio di stato confermi la sentenza del Tar che impone la chiusura della area a caldo dello stabilimento Ex-Ilva.

Leggi tutto

Un ponte fra Roma e Taranto per chiedere giustizia per la nostra terra

Parallelamente al presidio di Roma, nelle giornate del 12 e 13 maggio, saremo anche sotto alla Prefettura in questo ponte di pressione fra Roma e Taranto per chiedere giustizia agli organi giurisdizionali e di governo.
Invitiamo tutte e tutti ad esserci.

Leggi tutto

GxT sarà a Roma per il sit-in prima della sentenza del Consiglio di Stato

Il 13 Maggio il Consiglio di Stato si pronuncerà sullo spegnimento dell’area a caldo dello stabilimento ArcelorMittal di Taranto. Come Giustizia per Taranto saremo a Roma, accogliendo l’invito dei Genitori tarantini – Associazione ETS , al sit-in da loro organizzato in piazza Montecitorio, il 13. Saremo lì per ribadire con forza che quella fabbrica è incompatibile con la vita dei cittadini di Taranto. Mai come adesso è importante esserci e fare rumore in ogni campo: per le strade, nei palazzi della giustizia ed in quelli istituzionali!

Leggi tutto

L’Avv- La Porta illustra le conseguenze della sospensiva del Consiglio di Stato nello speciale di Trm Tv

L’Avv. Leonardo La Porta è intervenuto nello speciale “Live Speciale” di Trm Tv per un approfondimento sulla questione relativa alla sospensione, concessa dal Consiglio di Stato, degli effetti della sentenza del TAR di Lecce di spegnimento dell’area a caldo dell’ex Ilva. Cosa comporta questa sospensiva e quali sono i prossimi passi della giustizia?

Leggi tutto

Consiglio di Stato: domani si decide sulla sospensiva

E’ attesa per domani la decisione del Consiglio di Stato sulla richiesta di sospensiva del provvedimento di spegnimento dell’area a caldo dello stabilimento ex Ilva.Con tutta probabilità, la sospensiva verrà concessa, in attesa della definizione del giudizio di secondo grado prevista per il 13 maggio prossimo. Nel frattempo, tutto tace sul fronte del nuovo Governo Draghi orientato, tuttavia, alla prosecuzione della produzione, per quanto detto dal neo Ministro allo Sviluppo Economico Giorgetti: facile immaginarlo da parte del rappresentante di un partito che in ArcelorMittal ci ha perfino investito.

Leggi tutto

Il Consiglio di Stato si esprimerà il 13 maggio sulla sentenza di chiusura del T.A.R.

Il Consiglio di Stato ha fissato all’11 marzo l’udienza sull’esame della sospensiva chiesta da Mittal e al 13 maggio la decisione sul ricorso contro la sentenza del TAR di Lecce che prevede la fermata degli impianti dell’area a caldo dell’ex Ilva.

Leggi tutto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: