Associazioni e movimenti al tribunale per la revoca all’uso degli impianti del siderurgico

Questa mattina davanti all’ingresso del tribunale di Taranto ha avuto luogo il sit-in chiamato nei giorni scorsi da Giustizia per Taranto, Taranto Respira, Legamjonici, Peacelink, Hermes Academy, Una Strada Diversa ed Europa Verde. L’istanza rappresentata questa mattina, assieme a tante e tanti cittadini, è stata chiarissima: si chiede che la Procura faccia richiesta di revoca della facoltà d’uso concessa nel 2012 agli impianti dell’area a caldo dell’ex-Ilva posti sotto sequestro. Le evidenze delle intercettazioni nell’ambito dell’inchiesta all’e

Leggi tutto

Sit-in al tribunale per chiedere la revoca della facoltà d’uso agli impianti ex-Ilva sotto sequestro

Quando fu concessa la facoltà d’uso dell’altoforno 4, dopo la morte di Giacomo Campo, vi erano, a Taranto, un Procuratore Capo, Carlo Maria Capristo, e un commissario dell’Ilva in Amministrazione Straordinaria, Enrico Laghi. Entrambi, oggi, sono accusati di aver agito, contrariamente ai loro doveri, in favore dell’immediato dissequestro degli impianti. Alla luce anche di queste indagini e ipotesi di reato, che evidenziano l’esistenza di uno schema di pressioni illecite e corruttive nella gestione della vicenda Ilva, chiediamo, con forza, alla Procura della Repubblica di Taranto, di chiedere la revoca della facoltà d’uso di tutti gli impianti dell’area a caldo.

Leggi tutto

Occupata simbolicamente la Prefettura, presidio contro la sentenza del Consiglio di Stato

Questo pomeriggio, sotto alla Prefettura, si è riunito spontaneamente un folto gruppo di cittadini e associazioni per manifestare il proprio dissenso rispetto alla sentenza del Consiglio di Stato che ha ribaltato quella del TAR Lecce per lo spegnimento dell’area a caldo dell’ex-Ilva.

Leggi tutto

Ambiente Svenduto: tutti condannati! Associazioni presidiano la sentenza

Questa mattina all’esterno delle Scuole CEMM , abbiamo dato luogo all’annunciato presidio in occasione della lettura della sentenza del processo Ambiente Svenduto. Tante le persone e le realtà dell’attivismo tarantino che hanno risposto alla chiamata per questo primo, storico, appuntamento di Taranto con la giustizia. Abbiamo ascoltato insieme le condanne emesse: tutti gli imputati sono stati decretati colpevoli e la fabbrica individuata come corpo del reato.

Leggi tutto

Sit-in a Roma e sotto alla Prefettura: messaggio forte da parte della città

Sul pullman del rientro verso casa, ci soffermiamo a ragionare sull’intensa giornata di oggi. È stato prezioso essere presenti a Roma nel giorno della conclusione dell’udienza del Consiglio di Stato sul ricorso Mittal. Una grande forza comunicativa, esercitata in sinergia con altre realtà organizzate, per ribadire con decisione che la comunità tarantina pretende che il Consiglio di stato confermi la sentenza del Tar che impone la chiusura della area a caldo dello stabilimento Ex-Ilva.

Leggi tutto

Un ponte fra Roma e Taranto per chiedere giustizia per la nostra terra

Parallelamente al presidio di Roma, nelle giornate del 12 e 13 maggio, saremo anche sotto alla Prefettura in questo ponte di pressione fra Roma e Taranto per chiedere giustizia agli organi giurisdizionali e di governo.
Invitiamo tutte e tutti ad esserci.

Leggi tutto

Tutto pronto per il sit-in del 13 maggio a Roma

Il 13 maggio ci sarà l’importante sentenza del Consiglio di Stato che dovrà esprimersi sul fermo degli impianti inquinanti dell’ex Ilva decisa dal TAR Lecce a seguito dell’ordinanza del sindaco di Taranto. Noi saremo a Roma e invitiamo chi può ad esserci per far sentire forte il grido della nostra comunità verso le continue vessazioni subite e per pretendere finalmente giustizia.

Leggi tutto

GxT sarà a Roma per il sit-in prima della sentenza del Consiglio di Stato

Il 13 Maggio il Consiglio di Stato si pronuncerà sullo spegnimento dell’area a caldo dello stabilimento ArcelorMittal di Taranto. Come Giustizia per Taranto saremo a Roma, accogliendo l’invito dei Genitori tarantini – Associazione ETS , al sit-in da loro organizzato in piazza Montecitorio, il 13. Saremo lì per ribadire con forza che quella fabbrica è incompatibile con la vita dei cittadini di Taranto. Mai come adesso è importante esserci e fare rumore in ogni campo: per le strade, nei palazzi della giustizia ed in quelli istituzionali!

Leggi tutto

Presidio per i diritti e contro l’arroganza di Mittal questa mattina davanti alla direzione del siderurgico

Da una parte una multinazionale predatoria, criminale ed arrogante, dall’altra un operaio licenziato per essersi semplicemente espresso, con un post su Facebook, contro l’inquinamento.
Un atto di una violenza inaudita, un attacco ai diritti dei lavoratori. Colpirne uno per educarne e zittirne mille. L’ennesima evidenza che Mittal è incompatibile con i diritti umani e con questo territorio.

Leggi tutto

Basta ricatti! Mercoledì sit-in al fianco degli operai ex Ilva

Le continue minacce di Mittal alla città, la sua arroganza verso gli operai (che ha visto nel licenziamento del dipendente che aveva condiviso un post sulla fiction “Svegliati amore mio”, il suo ultimo clamoroso gesto), una gestione scellerata, da parte della governance AMl-Morselli, degli impianti sempre più insicuri, fatiscenti ed inquinanti, chiedono una reazione forte e perentoria. Per questo, come Associazione Giustizia per Taranto, riteniamo doveroso affiancare gli operai che mercoledì mattina, dalle ore 07.00, saranno in presidio davanti le portinerie della direzione ILVA

Leggi tutto

A Laterza per dire “no” alle scorie nucleari

Domenica 28 febbraio siamo stati in sit-in a Laterza per dire no al deposito nazionale di scorie nucleari. La manifestazione si è svolta in contemporanea in tutti i siti coinvolti in questa selezione.

Leggi tutto

Domenica 28 sit-in a Laterza contro il deposito delle scorie nucleari

Il Coordinamento NO SCORIE Puglia e Basilicata organizza per Domenica 28 Febbraio 2021 ore 10-13 un sit-in in contemporanea, in tutti i comuni interessati dal deposito unico nazionale di scorie nucleari.

Leggi tutto

Sit-in in Prefettura: No al salvataggio dell’Ilva con soldi pubblici, salviamo Taranto!

Siamo tornati in strada accanto a tante persone, associazioni e movimenti appena ce n’è stata data nuovamente la possibilità. Lo

Leggi tutto

Torna la mobilitazione per chiedere chiusura, bonifiche e riconversione: lunedì 29 sit-in sotto alla Prefettura

Se lo Stato ritiene che sia utile salvare la produzione gettando ulteriori miliardi di soldi pubblici in un’azienda che cade

Leggi tutto

Sit In alla Direzione ILVA

Siamo presenti, seppur in piccola delegazione, davanti alla direzione ILVA per ribadire che non possiamo morire per salvaguardare il PIL

Leggi tutto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: