Nuovo incidente all’Ilva di Taranto

Lo sosteniamo da anni, così come lo dicono molti degli operai che lì dentro rischiano la vita ogni giorno: sono impianti vecchi, fatiscenti e, ricordiamolo, sempre sotto sequestro della magistratura dal 2012.
Oggi l’ennesimo incidente in cui, solo per un puro caso fortuito, non è scappato il morto.

Chiusura, bonifiche e riconversione: l’unico modo per salvare la nostra città!

Leggi l’articolo cliccando qui!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.