Città ostaggio di Salvini: GxT scrive al Ministro dell’Interno e al Prefetto

Abbiamo inviato al Questore Bellasai, al Prefetto Martino ed al Ministro degli Interni Lamorgese, una PEC per chiedere per quali motivazioni, e senza preavviso alcuno, sia stato consentito il blocco di mezza città per la venuta di Salvini a Taranto. Tra le altre cose, circostanza gravissima, nella zona adiacente all’ospedale Santissima Annunziata, causando così un prevedibilissimo intasamento del traffico che ha reso difficile l’accesso persino alle ambulanze che dovevano raggiungere il pronto soccorso (come potete vedere dalle immagini del video che abbiamo ricevuto da una cittadina)!
Ricordiamo, che la zona rossa interdetta al traffico veicolare (pubblico e privato) e persino ai pedoni, non è stata creata per l’arrivo di una figura istituzionale di governo, ma per un semplice Senatore, capo di un partito politico, in giro per propaganda elettorale.

L’associazione Giustizia per Taranto si dichiara sconcertata da una gestione così improvvisata ed esprime solidarietà sia a tutti i commercianti della zona che, nel pomeriggio del 19 febbraio, non hanno potuto svolgere il proprio lavoro, sia a tutti i cittadini che senza alcun preavviso pubblico hanno dovuto modificare i loro impegni in funzione di una misura sproporzionata ed ingiustificata.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.