A cosa dovrebbe servire un Ministero per la Transizione ecologica?

Noi, questo nuovo dicastero, lo avevamo immaginato come un qualcosa di importante e utile per il paese: avevamo l’idea che si potesse quantomeno iniziare a tracciare una strada per eliminare i combustibili fossili, come sta avvenendo in tanti altri paesi, in Europa e nel mondo. Un Ministero che servisse per combattere l’inquinamento e magari, per provare a voltare pagina, iniziando proprio dalla nostra città (quale luogo più simbolico e importante per effettuare una transazione ecologica?).

Vi presentiamo il Ministro della Transizione Ecologica, Roberto Cingolani. Leggete le sue dichiarazioni di oggi, 6 aprile 2021, riguardo il sito di Taranto:

“Non possiamo chiudere e mettere per strada migliaia di lavoratori, ma neanche possiamo pensare che lo Stato possa intervenire su tutto. Transizione vuol dire garantire un compromesso tra ambiente e sostenibilità sociale. Io domani non mi sveglio e cambio le tecnologie di un’impresa. Non si può pensare di cambiare l’Ilva dall’oggi a domani”. (fonte ANSA)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: